Jesi

JESI

Di fondazione umbra, Jesi sorge su una collina sulla riva sinistra della valle dell’Esino dove permane la sua parte più antica con mura, spazi monumentali e alcune belle piazze.

 

Per saperne di più clicca sulle immagini.

DA NON PERDERE

Palazzo Pianetti (XVIII sec.)
Uno degli esempi più notevoli di Roccocò italiano. L'ampia facciata ha 100 finestre, mentre all'interno vi è un notevole giardino all'italiana. Il palazzo ospita la galleria civica, con una serie di dipinti del pittore veneziano Lorenzo Lotto.

Palazzo della Signoria (1486-98)
Costruito da Francesco di Giorgio Martini, presenta una torre angolare del 1661. Notevole è il cortile interno, con due ordini di logge, in parte progettati da Andrea Sansovino dal 1519.

Palazzo Balleani (1720)
Un esempio di architettura barocca locale su progetto di Francesco Ferruzzi. La facciata presenta un caratteristico balcone sorretto da quattro atlanti; all'interno preziose decorazioni in stucco dorato.

Cinta muraria (XIV sec.)
Costruita seguendo la linea della cinta di mura romana, è stata in parte ricostruita nel XV sec. da Baccio Pontelli e Francesco di Giorgio Martini. Rimangono sei torri originali.

E POI…

Chiesa di San Marco (XIII sec.)
Edificata in stile gotico dai Benedettini nel 200, sorge appena fuori dal centro storico. L'interno è a tre navate, con un affresco del XIV sec. della scuola di Rimini.

Palazzo Ricci (1547)
La facciata in pietre a forma di diamante è ispirata al famoso Palazzo dei Diamanti di Ferrara.

Teatro Pergolesi (1790)
Domina la Piazza della Repubblica; al suo interno tre ordini di palchi e loggioni.

Duomo (XIII- XVsec.)

Chiesa di Santa Maria delle Grazie (XV sec.) con campanile del XVII sec.

Chiesa di San Nicolò (XIII sec.) presenta un abside romanico e un portale gotico.

Convento di San Floriano (XVIII sec.)